Politica

20 Marzo 2017

Sulcis, Enne (Cisl): "Non si intravvede alcuna ripresa"

Con questa fotografia, il segretario generale Fabio Enne, ha dato il via,a Iglesias, ai lavori del decimo congresso territoriale della Cisl, davanti a 82 delegati in rappresentanza di quasi 16 mila lavoratori
Ansa News
Sulcis%2C%20Enne%20%28Cisl%29%3A%20%22Non%20si%20intravvede%20alcuna%20ripresa%22

"Gli anni dal 2013 al 2017 sono stati difficilissimi per il Sulcis Iglesiente dal punto di vista dell'economia e del lavoro, mentre all'orizzonte non si intravede alcuna ripresa". Con questa fotografia, il segretario generale Fabio Enne, ha dato il via,a Iglesias, ai lavori del decimo congresso territoriale della Cisl, davanti a 82 delegati in rappresentanza di quasi 16 mila lavoratori distribuiti in 18 federazioni di categoria. I lavori sono presieduti dal segretario generale Cisl Sardegna, Ignazio Ganga.

La crisi che attanaglia il Sulcis Iglesiente è sintetizzata nei numeri, riportati da Enne, dell'Osservatorio provinciale di Carbonia- Iglesias: "su una popolazione attiva di circa 90 mila unità, 45mila non lavorano, ovvero il 50%. Di questi, dai 10 ai 12mila il lavoro non lo cercano più: hanno rinunciato". Questi dati diventano ancor più drammatici se rapportati al numero degli abitanti del Sulcis-Iglesiente: "130.000, di cui oltre 38 mila disoccupati e migliaia di lavoratori in regime di ammortizzatori sociali", e al "disastro industriale causato dall'incapacità della classe politica, cui si somma l'esigua programmazione delle risorse europee disponibili".

Enne sostiene anche che "il rilancio di settori strategici come il turismo, la pesca, il commercio, l'agricoltura e l'artigianato è un miraggio, e, le difficoltà nei collegamenti, marittimi e aerei, passeggeri e merci, con il resto della penisola creano un gap infrastrutturale ingente".