“Con i loro metodi da regime oppressivo i vertici dell’Aias ci riportano indietro nel tempo ricordando a tutti cos’è il padronato reazionario, ma anche quale importante ruolo abbiano il lavoro e il sindacato dei lavoratori nella difesa della libertà e della democrazia” – Lo hanno detto i segretari della Cgil regionale e provinciale di Cagliari Michele Carrus e Carmelo Farci, annunciando che la Confederazione a tutti i livelli è impegnata, anche con azioni di protesta che verranno definite nelle prossime ore, a sostegno del sindacalista licenziato Michele Serra e contro i vertici Aias, ai quali chiedono di ritirare l’ingiusto provvedimento.

“Siamo davanti a un fatto gravissimo che riguarda tutti i lavoratori, il sindacato e la stessa politica, dalla quale ci aspettiamo ampio sostegno contro l’atteggiamento dell’Aias – concludono – che svolge attività di servizio finanziate con fondi pubblici, anche con azioni formali da valutare, perché non si può tollerare il tentativo di mettere a tacere le persone cancellando la libertà di espressione e il diritto a difendersi dai soprusi e di fare sindacato”.

Aias, licenziato quarto sindacalista: “Rivendicavo il diritto allo stipendio”

Cagliaripanic – Aias, Pigliaru elude domande su licenziamenti sindacalisti

 

Commenti

comments