Anche il settore del commercio rientra nel bando da 4 milioni di euro dedicato alle piccole e medie imprese, sia nuove che già esistenti, dei 25 Comuni dell’area vasta di Ottana, pubblicato lo scorso 18 gennaio.

Un mero errore materiale nella stesura del testo – fanno sapere dalla Regione – ne aveva provocato l’esclusione, ma già questa mattina gli uffici competenti hanno provveduto a integrare il bando.

“Non abbiamo mai pensato di escludere il commercio dal bando, anzi in ognuno dei tanti incontri fatti sul territorio prima della pubblicazione abbiamo sempre detto che tutti i settori sarebbero stati coinvolti”, dice l’assessore della Programmazione Raffaele Paci, a capo della task force regionale Unità per Ottana.

“Questo si può facilmente evincere anche dal verbale finale sottoscritto da me e da tutti i rappresentanti del gruppo di lavoro territoriale coordinato dalla Provincia di Nuoro. Venerdì il bando è stato pubblicato in tarda mattinata e quando ci si è accorti dell’errore si è subito provveduto a correggere. Purtroppo la chiusura degli uffici nel fine settimana non ha permesso di riuscire a ripubblicare il bando corretto prima di questa mattina. Mi preme poi ricordare che l’attenzione nei confronti del commercio da parte della Giunta in questi anni è stata massima e come mai prima d’ora: sono stato proprio io, infatti, a volere che il commercio fosse inserito in questa programmazione dei fondi fra i settori che potevano ricevere finanziamenti attraverso i bandi, mentre prima era completamente escluso”.

Il bando è una delle tre misure del piano straordinario per Ottana da 16,4 milioni messo in campo dalla Regione per aiutare la rinascita di uno dei territori della Sardegna che più ha subito le conseguenze della crisi economica a causa soprattutto della deindustrializzazione degli ultimi anni. Organizzato con la formula a sportello, al bando potranno partecipare le nuove imprese e le imprese già esistenti, per aumentare la propria competitività, con un investimento minimo di 15mila e massimo di 500mila euro.

I 25 Comuni interessati al bando, individuati dalla Unità per Ottana (la task force interassessoriale guidata dal vicepresidente della Regione Raffaele Paci) e dal gruppo di lavoro territoriale coordinato dalla Provincia di Nuoro sono: Austis, Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Gavoi, Lei, Lodine, Macomer, Mamoiada, Noragugume, Ollollai, Olzai, Oniferi, Orani, Orotelli, Ottana, Ovodda, Sarule, Sedilo, Silanus, Sindia, Teti, Tiana.

Il Click day è già fissato per il 15 marzo ma, per snellire tutta la fase preliminare e procedurale, le domande con la relativa documentazione potranno essere caricate a partire dal 16 febbraio. La procedura sarà valutativa a sportello, secondo l’ordine di presentazione delle domande.

Commenti

comments