Le fiamme gialle di Cagliari hanno condotto, nei giorni scorsi, due interventi in materia di accise nei confronti di società operanti nel commercio al dettaglio di bombole di gpl.

Nel primo caso, i finanzieri del nucleo di Polizia Economico-Finanziaria accedendo, contestualmente, presso gli uffici della rivendita ed il relativo deposito, hanno immediatamente rilevato che il quantitativo di bombole di gpl presenti era anomalo.

Infatti, nell’area adibita a deposito, ubicata nell’hinterland del capoluogo, autorizzata allo stoccaggio nel limite massimo di 5.000 kg di gpl, è stata accertata la presenza di un quantitativo superiore al doppio di quello previsto.

E’ così scattato il sequestro probatorio di oltre 291 bombole di gpl piene e di circa 621 vuote, scongiurando rischi per la sicurezza pubblica e dell’area ove insiste il deposito.

Ed invero, le bombole, ancorche’ “vuote”, rappresentano un pericolo per l’incolumita’ pubblica e privata, al pari di quelle contenenti prodotti petroliferi, in quanto al loro interno sono compressi residui di gas infiammabili, suscettibili di provocare scoppi ed incendi.

Il rappresentante legale ed il proprietario del terreno sono stati denunciati alla procura della repubblica di Cagliari per la violazione delle norme in materia di prevenzione incendi e delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Un secondo intervento ispettivo e’ stato svolto nei confronti di un’azienda dell’hinterland cagliaritano, il cui titolare stava procedendo allo scarico di un rimorchio telonato al cui interno e’ stata accertata la presenza di 978 bombole di gpl in pessimo stato di conservazione e, per la maggior parte, prive di indicazioni circa l’effettuazione di collaudo e revisione.

Le bombole, destinate alla rivendita cagliaritana, sono state poste sotto sequestro, mentre il rappresentante legale della societa’ mittente, ubicata in altra provincia, e’ stato denunciato alla locale a.g. per appropriazione indebita e ricettazione, in quanto soggetto non autorizzato alla gestione di bombole di gas propano liquido.

La circolazione ed il trasporto delle bombole di gpl e’ infatti regolamentato da una stringente normativa in materia di sicurezza volta a preservare la rete dei trasporti su strada e marittimi, nonche’ l’incolumita’ delle persone. solo i depositi autorizzati possono curare la commercializzazione e lo scambio di bombole piene e vuote.

La costante attenzione ed i pressanti controlli nel settore delle accise e dello stoccaggio e detenzione di combustibili rientra nel novero dei compiti istituzionali demandati alla guardia di finanza che assicura, parallelamente ai controlli fiscali nella specifica materia delle accise, anche un presidio rivolto alla sicurezza, a tutela della collettivita’, nella commercializzazione dei prodotti energetici.

 

Commenti

comments