È della provincia di Cagliari la ditta che rifornisce distributori automatici di alimenti e bevande in cui i carabinieri del Nas hanno sequestrato oltre 22mila bottigliette di acqua minerale per sospetta contaminazione.

E’ stata infatti riscontrata dai militari la mancata applicazione del manuale di autocontrollo “nella parte che prevede processi atti a scongiurare la possibile contaminazione delle bottiglie dell’acqua minerale durante la fase di sanificazione dei distributori automatici”.

A far partire i controlli è stata la segnalazione di un privato. Gli specialisti dei carabinieri hanno quindi fatto scattare il blitz scoprendo l’irregolarità, compresa l’incapacità della ditta di garantire la rintracciabilità dei prodotti distribuiti. Al termine dell’ispezione è scattato il sequestro preventivo delle bottigliette. Alcuni campioni di acqua sono stati inviati nei centri di analisi per le verifiche. Il titolare è stato segnalato all’autorità amministrativa.

Commenti

comments