foto sito cagliari calcio

Il Cagliari continua a guadagnare punti e a prendere le distanze dalla zona rossa.

Dopo la travolgente vittoria prestazione con l’Inter e la parentesi nera di Bologna, la compagine rossoblù si impone contro una Fiorentina che a Cagliari trova sempre terreno poco fertile e scrive così un’altra bella pagina del suo calcio, proprio come aveva auspicato Mister Maran nella conferenza pre partita.

Su il morale dunque per i rossoblù, che, alla Sardegna Arena, acquistano sempre più sicurezza e convinzione, grazie anche al supporto dei tifosi, costantemente impegnati a sostenere i ragazzi di Maran.

Joao Pedro e Luca Ceppitelli determinanti nella vittoria casalinga, solo il gol di Chiesa, nel tentativo di accorciare le distanze ha rallentato gli animi sul finale. Ma a nulla è servito: giocatori, mister e tifosi rossoblù sono usciti vittoriosi dalla Sardegna Arena. Una flebile gioia, interrotta dalla triste notizia della scomparsa di Daniele Atzori, tifoso rossoblù,  che a qualche minuto dal fischio finale si è accasciato sugli spalti della curva sud ed è morto poco dopo.

Una vittoria che fa incassare altri 3 punti al Cagliari per arrivare a quota 30. Sempre più lontani dalla zona rossa anche se il percorso verso la salvezza ancora non è finito. Da 6 turni fuori casa i rossoblù non riescono a fare punti, l’energia e la determinazione che li fa volare alla Sardegna Arena, si trasforma in fragilità nelle trasferte.

Per ora tregua in vista della sosta per la Nazionale, dove il Cagliari si potrà godere i suoi protagonisti in maglia azzurra: Barella, Cragno e Pavoletti tra i convocati, una piccola grande soddisfazione per tutti i rossoblù. Al rientro 3 partite importantissime: Chievo, Juventus, e Spal. Gli uomini di Maran dovranno togliere fuori gli artigli e saranno chiamati a scrivere, proprio come le ultime 3 partite alla Sardegna Arena, un’altra bella e indimenticabile pagina del loro calcio.