Al via all’Istituto Tecnico – Liceo Scientifico ‘Michele Giua’ di Cagliari il progetto sperimentale “Mobility Eurodesk Ambassadors per la Regione Sardegna” con l’apertura di uno Sportello di Mobilità Europea inserito nei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro che coinvolgerà attivamente 6 studenti “ambassadors” con la funzione di informare e guidare i loro colleghi sulle opportunità di mobilità internazionale, come il Corpo Europeo di Solidarietà, rivolte prevalentemente ai giovani di età compresa tra i 13 ed i 30 anni.

Il progetto “nasce grazie ad un accordo tra l’Istituto ‘Giua’ e il Centro Eurodesk dell’Urp della Presidenza della Regione Sarda – spiega il responsabile Stefano Marongiu – che ha avuto il merito di idearlo e la cura di formare i 6 studenti. L’attività di sportello si svolgerà su entrambe le sedi dell’Istituto, a Cagliari e ad Assemini, secondo un orario settimanale programmato che permetterà di soddisfare le richieste di mobilità provenienti da tutta la comunità scolastica. Lo sportello, ben visibile all’ingresso dell’Istituto, accoglierà a turno coppie di ‘ambassadors’ ed una bacheca sulle opportunità disponibili e aggiornate ogni quindici giorni ad opera degli studenti designati”.

L’iniziativa, completa e si inserisce in una pianificazione europea di internazionalizzazione dell’Istituto nell’ambito del Programma Erasmus+ sulla Mobilità dello Staff Scolastico, voluta dal Dirigente Scolastico Nicola Orani, scritta e progettata da Stefano Marongiu, docente ed europrogettista, dal titolo “T.E.M.I.T.E+: TransEuropean Mobility for Intercultural Training enhanced by Erasmus+” che porterà all’istituzione di un Dipartimento stabile di Progettazione Europea, derivante dall’osservazione dello stesso progetto già in atto in una scuola portoghese di Ourem, nel quale una selezione di docenti e studenti in team svolgeranno attività di front office e back office. “La prima – spiega Marongiu – prevede servizi di informazione, orientamento e placement rivolti a tutte le componenti scolastiche, incluso il personale A.T.A., la seconda un’attenta pianificazione e scrittura di progetti europei per la mobilità ai fini dell’apprendimento, attività congiunte affinché la Strategia Europa 2020 per la crescita e l’occupazione voluta dalla Commissione Europea per il decennio 2010/2020, diventi una realtà locale di riferimento per l’Istituto Giua e sia di esempio per altre scuole del territorio”.

“Il Centro Eurodesk dell’Urp della Presidenza della Regione Sardegna ha avviato un progetto innovativo dal titolo Mobility Eurodesk Ambassadors per la Regione Sardegna, con l’obiettivo di formare a scuola giovani con capacità relazionali e competenze “avanzate” sui programmi di mobilità, i quali possano a loro volta amplificare queste informazioni presso i coetanei”, spiega Mariangela Corona.
Ogni Ambassador (in questa fase sperimentale sono 17 in totale) è coinvolto, dopo un percorso di formazione, in ruoli “ufficiali” del Centro Eurodesk con l’apertura e gestione presso il proprio Istituto, di uno Sportello Mobilità (con relativa Bacheca delle opportunità) attivo una volta a settimana e presidiato a rotazione da una selezione di ambasciatori. I tre Istituti scolastici aderenti sono il Liceo paritario Dante Alighieri, Istituto di Istruzione Superiore “D. A. Azuni” e Istituto di Istruzione Superiore “Michele Giua” di Cagliari.

“Gli obiettivi del progetto – spiega la Corona -sono quelli di incentivare la partecipazione attiva dei giovani alla costruzione del proprio percorso di sviluppo personale, informare i giovani studenti e non sulle opportunità di mobilità internazionale e sulle tematiche connesse alla cittadinanza europea, informare gli studenti sui servizi ed attività organizzate dal Centro Eurodesk dell’Urp della Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna e assicurare – a tendere – un’informazione capillare su tutti gli Istituti presenti sul territorio regionale”, conclude la Corona.

Commenti

comments