Al PalaPirastru di Cagliari dominano gli Azzurri che battono il Giappone 3-1 (25-20, 18-25, 25-16, 25-21) nella prima delle due amichevoli.

Un tutto esaurito al palazzetto dello sport, un pubblico entusiasta e sempre partecipe, che non ha smesso per un istante di acclamare e stimolare i propri beniamini, in particolare quando Crai, sponsor ufficiale, ha chiamato l’uomo partita: Gabriele Nelli autore di 12 punti, 1 ace e 3 muri.

Il ct degli Azzurri Gianlorenzo Blengini per l’avvio di gara si affida al sestetto composto da Antonov, Russo, Nelli, Lavia, Candellaro, Sbertoli e al libero Pesaresi. Dall’altra parte della rete coach Nakagaichi risponde schierando Ishikawa, Lee, Nishida, Yanagida, Takahashi, Hideomi e il libero Ide.

Esordio in magia azzurra per Oreste Cavuto, Giulio Pinali e Daniele Lavia.

Cronaca. Dopo un avvio equilibrato (5-5) è la formazione azzurra a riuscire nel primo allungo di serata portandosi sul +4 (10-7). Un vantaggio che i ragazzi di coach Blengini amministrano bene nel corso di tutta la durata del parziale e che gli permette di chiudere la prima frazione senza patemi a proprio favore (25-20).

Nel secondo set il Giappone parte forte piazzando un break che lo porta sul +5 (3-8). La reazione azzurra non tarda ad arrivare e un muro piazzato di Candellaro e compagni segna la parità (13-13). Sono però i ragazzi allenati da Nakagaichi a riprendere in mano le redini del gioco e a conquistare il secondo set (18-25).

Per un lungo tratto la terza frazione si sviluppa sul filo dell’equilibrio (10-10). È l’Italia a piazzare il primo allungo consolidato dall’efficacia in attacco di Lavia e un ace di Polo (14-10). Capitan Antonov e compagni prendono il largo spinti da due ace di Lavia e all’efficacia del muro (20-13). Il finale è tutto azzurro: i ragazzi di coach Blengini chiudono agevolmente 25-16.

È il Giappone a piazzare il primo break in avvio di quarto set (5-9). Gli Azzurri ritrovano continuità nella manovra: con Nelli pareggiano i conti (11-11) e con un ace di Cavuto allungano il passo (15-13). Pronta la reazione degli ospiti che si riportano sulla parità (17-17) ma cedono sotto l’efficacia azzurra. Sfruttando un errore avversario i ragazzi di Blengini chiudono la partita senza patemi (25-21).

La seconda amichevole. Stasera gli Azzurri, sempre in un PalaPirastru dal tutto esaurito, disputeranno la seconda amichevole il Giappone. Il fischio d’inizio è fissato alle 20.

Oreste Cavuto: “E’ stata una serata emozionante e la vittoria è stata la chiusura migliore che si poteva avere in questa serata. Durante la settimana abbiamo lavorato molto su alcuni aspetti e il gioco ci permette di esprimerli anche sotto pressione. Un’esperienza importante in vista del proseguimento della stagione”.

Gabrielle Nelli: “Sono contento della mia prestazione anche se posso dare di più. Siamo entrati in campo molto determinati e anche se abbiamo avuto poco tempo per lavorare il punto di partenza è molto positivo. Sono molto fiducioso su questa squadra: possiamo crescere e fare molto bene”.

Gianlorenzo Blengini: “E’ importante vedere le partite come un moment per continuare a imparare e a migliorare alcuni aspetti che vogliamo portare avanti e fare sempre meglio di squadra. Tre settimane di lavoro sono poche e lo sappiamo, non lo consideriamo né una scusa né un limite, ma continuiamo a prenderci tutto il tempo che abbiamo per cercare di sfruttare le occasioni e crescere. Torniamo in campo contro il Giappone, una squadra tosta che sta migliorando ed è sempre più competitiva. Per noi sarà un’altra occasione per compiere un ulteriore passo in avanti”.