Sale a 250 il numero dei pastori sardi indagati per le proteste per il prezzo del latte sulle strade dell’isola nel febbraio scorso. Come riporta il quotidiano La Nuova Sardegna, la Procura di Oristano, che ha aperto tre fascicoli sulle manifestazioni di protesta, ha iniziato la lunga spedizione degli avvisi di garanzia per circa 250 persone che parteciparono alla protesta davanti al Nuraghe Losa, ad Abbasanta (Oristano) l’8 febbraio.

Molti di questi avevano già ricevuto, nei giorni scorsi, un avviso di garanzia per il blocco della Statale 131 “Carlo Felice” avvenuta sempre nei giorni della dura protesta di febbraio per la vertenza sul prezzo del latte.

E altri avvisi – scrive la Nuova Sardegna – sono in arrivo per un altro sit-in, a Marrubiu (Oristano), sempre sulla 131, nei pressi di uno stabilimento caseario.