foto ansa

L’ultima ordinanza firmata dal presidente della Regione Christian Solinas recepisce quanto previsto dal Dpcm del 7 settembre e dalla Conferenza delle Regioni in tema di Trasporto pubblico locale. In vista della riapertura delle scuole, che in Sardegna scatta il 22 settembre, viene portata all’80% l’occupazione dei posti a sedere sui mezzi.

In generale, è scritto nel provvedimento, “per i servizi su gomma che ricadono in ambito urbano e suburbano, le aziende di tpl avranno cura di rimodulare la produzione giornaliera complessivamente autorizzata a vantaggio dei servizi con più alta frequentazione”.

Più corse se necessario, dunque. Non solo: se questo non fosse sufficiente ad assicurare il regolare servizio di trasporto pubblico, anche extraurbano, è consentita l’occupazione dell’80% dei posti totali, prevedendo una riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli da seduti. Per quegli autobus o comunque servizi di linea che non abbiano l’omologazione per i posti in piedi, o che se ce li hanno il numero è comunque inferiore al 20%, sarà permessa l’occupazione del 100% dei posti a sedere.

Leggi anche:

Covid, Solinas emana nuova ordinanza: obbligo della mascherina h24 al chiuso e all’aperto senza distanze di sicurezza