L’emergenza Covid-19 continua a interessare diversi comuni della Sardegna. Tra la giornata di domenica 27 settembre e la mattina di lunedì 28, vari paesi hanno deciso di chiudere le scuole, anche dopo la notizia del nuovo record di 139 contagi in 24 ore.

Nel sud Sardegna, tra i comuni interessati ci sono Castiadas, dove il sindaco Eugenio Murgioni ha comunicato ai suoi concittadini di aver attivato il COC (Centro Operativo Comunale) e di aver emesso un’ordinanza “di sospensione temporanea delle attività didattiche nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria del Comune di Castiadas e dei servizi scolastici ad esse collegate, con decorrenza lunedì 28 settembre 2020 e fino a sabato 3 ottobre 2020”.

Castiadas:

Il secondo paese è Villaperuccio:

“Cari concittadini, dopo i due casi di positività al Covid-19, dei quali uno in fase di attesa di negativizzazione, le autorità sanitarie mi hanno comunicato la presenza di altri due soggetti positivi. Le due persone fanno parte dello stesso nucleo familiare e dunque strettamente legate. Il sospetto che un caso di positività non fosse isolato mi era sorto già da qualche giorno sulla base di alcuni indizi, che mi hanno poi spinto ad adottare precauzionalmente un’ordinanza con lo scopo di circoscrivere il focolaio. La collaborazione con la Asl è massima allo scopo di avere un monitoraggio continuo e informazioni costantemente aggiornate”. Inoltre, “è sospesa l’attività didattica nelle scuole primarie e dell’infanzia e il servizio di trasporto Scolastico Comunale – si legge nell’ordinanza – sono sospese le gare di calcio nel locale stadio Comunale; è disposta la chiusura immediata del parco giochi Comunale; è disposta la chiusura delle attività di somministrazione di alimenti e bevande entro le ore 23:59 in tutti i giorni della settimana, eccetto il sabato e prefestivi, dove la chiusura è posticipata alle ore 00:30”.

Per approfondire:

Enrica Massa