moto-pistola-rapinano-dipendente-ditta-slot-machine
Foto di repertorio

Dovrà pagare una multa di 44mila euro il gestore del bar di Assemini che, nonostante il divieto di tenere accese le slot machine e nonostante non avesse le autorizzazioni per le stesse apparecchiature, continuava a tenerle in attività. Lo hanno scoperto i funzionari dell’Agenzia delle dogane effettuando un controllo all’interno dell’esercizio commerciale.

Le quattro slot machine erano sprovviste di autorizzazione e inoltre non rispettavano la normativa. Sono state quindi sequestrate e per il proprietario è scattata la salata sanzione. Nel caso in cui non pagasse rischia la chiusura del locale per un periodo da 30 a 60 giorni.