moto-pistola-rapinano-dipendente-ditta-slot-machine
Foto di repertorio

Nel pomeriggio di ieri nella centralissima Via Roma si è consumata una rapina in danno di una coppia che aveva vinto una piccola somma di denaro alle slot machine.

L’episodio si è verificato intorno alle ore 14 all’interno di un noto bar, quando una coppia dopo aver consumato un caffè ha deciso di effettuare una giocata alle slot machine, vincendo una piccola somma di denaro.

Il sistema, però, era andato in blocco e il personale del locale aveva rassicurato i vincitori che la somma vinta sarebbe stata elargita solo dopo corretto il riavvio della slot machine.

Questa circostanza, però, non è sfuggita ad un altro avventore, un giovane nigeriano di 27 anni, presente all’interno della sala giochi.

Infatti, non appena la macchinetta ha completato il ciclo di riavvio ed erogato per intero la somma vinta, il giovane nigeriano ha approfittato di un momento di distrazione della coppia ed è riuscito ad impossessarsi delle monete per poi cercare di scappare.

La coppia però avvedutasi subito del furto ha cercato di bloccare il giovane che, per tentare la fuga prima, ha colpito con un pugno al volto l’uomo e poi ha dato un calcio alla donna. Non riuscendo, però, a raggiungere l’uscita ha spaccato una bottiglia di vetro con la quale aveva cercato di colpire all’addome l’uomo.

In questo frangente, sono state effettuate diverse chiamate sulla linea del 113 e gli equipaggi delle volanti presenti nelle immediate vicinanze hanno raggiunto il bar in pochissimo tempo.

Il giovane nigeriano è stato bloccato dagli agenti e messo nella condizione di non nuocere, mentre la coppia ha avuto necessità di sottoporsi alle cure dei medici per le piccole ferite ed escoriazioni riportate.

L’autore della tentata rapina è stato quindi condotto in Questura in stato di arresto, mentre i due fidanzati, dopo avere formalizzato la denuncia, hanno finalmente potuto avere la somma vinta.

Dopo una notte nelle camere di sicurezza, il ragazzo questa mattina sarà presentato all’udienza direttissima.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it