Ieri a Monserrato, in seguito a un’ispezione all’interno di un’autofficina, i carabinieri hanno sanzionato amministrativamente e denunciato per furto aggravato, ricettazione, norme in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, un 40enne del luogo, che non era in possesso di una partita Iva né di una regolare iscrizione alla Camera di commercio o all’Albo delle imprese artigiane.

L’uomo conduceva da diversi anni, in maniera del tutto abusiva, la professione di meccanico e carrozziere, essendo privo dei requisiti necessari. Inoltre lo stesso aveva allacciato abusivamente l’autofficina alla rete idrica, aveva in riparazione un veicolo di proprietà di un istituto di vigilanza che è risultato essere di provenienza furtiva, come denunciato dalla Nuova Sicurvis srl l’11 giugno scorso alla Stazione di Sant’Avendrace. Ma non solo, il 40enne ha violato anche le norme relative alla gestione dei rifiuti speciali e si è avvalso di due lavoratori irregolari, che gli è valsa una multa di 5.600 euro.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it