(Foto credit: Ansa)

Dopo le innumerevoli accuse e insulti piovuti dopo l’udienza di mercoledì 13 dicembre, l’avvocata Antonella Cuccureddu annuncia un esposto in procura. E rilancia: “Continuerò a fare il mio lavoro nell’unico modo in cui lo so fare, sarò professionale fino in fondo. Non credo che riuscirete a intimidirmi”.

Si è creata una forte tensione dopo la seconda udienza del processo Grillo. Impegnata nel controesame della vittima, la legale di uno degli imputati (Francesco Corsiglia) aveva cercato di mettere in luce le presunte contraddizioni. “Domande da Medioevo” aveva denunciato l’avvocato di parte civile Dario Romano. Così il web si era riversato all’attacco della Cuccureddu, rea di colpevolizzare la vittima.

La testimone ha rilasciato una sequenza di non ricordo. Non ricorda sostanzialmente quasi nulla dei fatti che sono documentati. Tutte le domande sono state vagliate, nonostante ci siano state delle opposizioni, e tutte ammesse da un tribunale. Mi attengo ai fatti” ha aggiunto l’avvocata.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it