BERLIN, GERMANY - DECEMBER 13: Two young women look at the display window of a shoe store advertising big sales on December 13, 2011 in Berlin, Germany. With the German economy strong, retailers in Germany are hopeful that positive consumer confidence will mean a solid Christmas shopping season despite the current Eurozone debt crisis. (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Grandissima affluenza in questo week end nella grande distribuzione sarda. Moltissimi  stanno anticipando le compere natalizie, anche in previsione di un paventato lockdown qualora la curva dei contagi diventasse più preoccupante. Come stima la Coldiretti, un italiano su dieci ha infatti deciso di anticipare lo shopping natalizio.

La prospettiva, sempre più concreta, è quella di nuovi provvedimenti restrittivi che potrebbero questa volta colpire i non vaccinati. Le prime misure saranno probabilmente prese dopo il Consiglio dei Ministri di giovedì prossimo che potrebbe decidere la riduzione della validità del certificato verde a 9 mesi e l’obbligo delle terze dosi per personale sanitario e delle Rsa.

Ma il punto di arrivo, probabilmente a dicembre, sarà il cosiddetto “super Green pass”. Scienziati, medici e presidenti di regione e ministri stanno infatti chiedendo un cambio di passo nella lotta al Covid. La prospettiva è quella di negare ai non vaccinati l’accesso a cinema, teatri, luoghi della cultura, bar e ristoranti, stadi, palestre. Questo nel caso in cui una regione finisca in zona gialla.

Sul fronte vaccinale il Governo cerca comunque di allargare la platea degli immunizzati il più possibile e da mercoledì 24 in Sardegna sarà aperta la somministrazione della terza dose agli over 40.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it