Favorire un patto intergenerazionale tra anziani e giovani finalizzato alla costruzione di una società più equa, con meno disuguaglianze, meno precarietà, più rispetto del lavoro e più potere d’acquisto per pensionati, giovani, donne, lavoratori. Era questo l’obiettivo del 12° Congresso della Uil pensionati che si è svolto ieri a Cagliari con lo slogan “Insieme per costruire”.

“Anziani e giovani sono legati da interessi comuni e solo tutti insieme potremo raggiungere la meta”, ha detto in apertura dei lavori il segretario generale Rinaldo Mereu, riconfermato alla guida del sindacato al termine dei lavori.

“Partendo dai concreti e gravi problemi delle persone, vogliamo partecipare a “costruire insieme” una cultura e uno spirito collettivo nuovi, che coinvolgendo donne e uomini, anziani e giovani, determini una rinascita sociale ed economica aperta da una nuova fase di opportunità. Per questo “noi Sindacato delle persone e per le persone” intendiamo, attraverso le nostre proposte, rivendicare una fase di confronto per il cambiamento, pienamente consapevoli che ricostruire il tessuto sociale ed economico del Paese sia immediatamente necessario”.

“Lo slogan che la Uilp Sardegna ha scelto per questo congresso è in perfetta armonia con ciò che la Uilp sostiene da tempo”, ha detto il segretario generale UilP Carmelo Barbagallo, concludendo i lavori. “Serve un patto intergenerazionali tra giovani e anziani. Questo, alla luce del grande cambiamento demografico: il nostro è il secondo Paese più vecchio al mondo. Questo allungamento della vita ci impone di pensare a nuovi modelli vita e di lavoro. Ad esempio, invece di far fare i lavori socialmente utili ai giovani (cosa che ha creato solo tanto precariato), questi lavori si potrebbero far fare agli anziani che lo desiderano, in modo che possano anche integrare le basse pensioni. I giovani potrebbero assistere le persone anziane e aiutarli a comprendere le nuove tecnologie. Questo aiuterebbe gli anziani e creerebbe buoni posti di lavoro per i giovani. Da troppo tempo in questo Paese si cerca di mettere contro giovani e anziani, lavoratori e pensionati, che invece devono andare avanti insieme, sono due facce della stessa medaglia. Per crescere dobbiamo ricordare il passato, praticare il presente e costruire il futuro. Insieme”.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it