Prosegue con forza l’impegno dell’Università degli Studi di Cagliari a sostegno di studentesse, studenti, docenti e staff universitario ucraini, ai quali sono rivolte due iniziative per permettere loro di continuare le attività nell’Ateneo del capoluogo sardo.

La prima è rivolta a studentesse e studenti ucraini che intendano portare avanti gli studi all’Università di Cagliari: nell’ambito del progetto “Smile Now” è stata indetta una selezione per soli titoli che prevede l’attribuzione di 10 borse di studio biennali destinate a studentesse e studenti universitari aventi la cittadinanza ucraina che, a causa del conflitto bellico in corso, beneficiano in Italia di determinate condizioni. Deve trattarsi di persone che hanno richiesto o sono titolari di un permesso di soggiorno per protezione temporanea ai sensi della disciplina italiana ed europea vigente in materia di immigrazione a seguito della crisi umanitaria in Ucraina; e/o che risultano già iscritti a corsi di laurea o a corsi di laurea magistrale in Università aventi sede in Ucraina e intendono iscriversi in questo Ateneo, avendone titolo, ai corsi singoli dell’a.a. 2021/2022.

Il periodo di fruizione delle borse “Smile Now – Ucraina” è compreso tra il 1° giugno 2022 e il 31 marzo 2023. Tutte le informazioni per partecipare alla selezione si trovano nell’apposita pagina web del sito dell’Ateneo.

La seconda iniziativa prevede invece l’assegnazione di borse di mobilità per studentesse, studenti e staff universitario ucraini all’interno del progetto Erasmus. La Commissione Europea ha infatti stabilito che è possibile finanziare, in via del tutto eccezionale, le mobilità in ingresso per partecipare alle attività supportate dai fondi di politica interna della UE. L’iniziativa è rivolta a studentesse e studenti iscritti in un Istituto di istruzione superiore ucraino nel momento della fuga dall’Ucraina a causa del recente conflitto bellico per svolgere mobilità per studio o per tirocinio; neolaureate e neolaureati in Ucraina entro un massimo di 12 mesi dal momento della fuga dall’Ucraina a causa del recente conflitto bellico, per svolgere mobilità per tirocinio; staff impiegato in un Istituto di istruzione superiore ucraino nel momento della fuga dall’Ucraina a causa del recente conflitto bellico, per svolgere mobilità per attività didattica, compresa la mobilità di docenti invitati da imprese, e per mobilità per staff training.

Le attività devono avere luogo all’interno dell’Università degli studi di Cagliari, che sarà l’unico soggetto coinvolto nell’organizzazione della mobilità nel caso in cui l’istituto di appartenenza sia impedito a causa del conflitto in corso.

Il bando relativo all’assegnazione di questo particolare tipo di borse Erasmus per gli studenti e i neolaureati ucraini sarà emanato entro il 19 maggio e sarà disponibile nell’apposita pagina web del sito dell’Ateneo.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it