Lo scorso aprile un giovane operaio rumeno era stato aggredito da tre persone nei pressi di un locale notturno di Tortolì. Cinque mesi dopo la svolta nelle indagini: tre giovani – rispettivamente di Tortolì, Girasole e Talana – risultano ora indagati a seguito delle perquisizioni che i carabinieri delle stazioni di Tortolì, Talana e Arzana, con i colleghi della Compagnia di Lanusei, dello Squadrone Cacciatori di Abbasanta e del Nucleo cinofili di Cagliari hanno operato nelle loro abitazioni.

Le forze dell’ordine hanno rinvenuto gli indumenti utilizzati durante l’aggressione. Il giovane rumeno era finito all’ospedale con numerose contusioni, fratture ossee e il rischio di perdita dell’udito. “Mi hanno picchiato con tanta ferocia quasi come se volessero uccidermi” aveva riferito agli inquirenti prima di lasciare il lavoro e abbandonare l’Isola.

In attesa della conclusione del procedimento giudiziario, il Questore di Nuoro, Alfonso Polverino, ha emesso a carico dei tre ogliastrini il Daspo urbano per un anno, con divieto di accesso ai pubblici esercizi e locali di intrattenimento, oltre che di stazionamento nelle loro immediate vicinanze.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it